“L’Arpat svolga uno studio sulle scie chimiche” E il Consigliere Chiurli riceve minacce di morte

Fonte:

http://www.dionidream.com/larpat-svolga-uno-studio-sulle-scie-chimiche-e-il-consigliere-chiurli-riceve-minacce-di-morte/chiurli_gabriele01

Far svolgere ad Arpat, l’Agenzia regionale per l’ambiente della Toscana, uno studio per appurare la natura delle cosiddette scie chimiche, rilasciate dagli aerei in volo. E’ la richiesta lanciato da un convegno organizzato oggi in Consiglio regionale della Toscana dal consigliere Gabriele Chiurli. L’incontro, ha spiegato Chiurli, ha sollevato polemiche su internet, tanto che il consigliere toscano ha anche ricevuto minacce di morte sul suo profilo Facebook. Chiurli ha presentato una mozione per impegnare la Regione a far svolgere lo studio all’agenzia sulle scie chimiche nei cieli della Toscana. “La scelta di svolgere questo convegno deriva da precise istanze dei cittadini. Il mio lavoro è dar voce alle loro richieste – ha sottolineato – e portarle all’interno delle istituzioni. Chiediamo di investire Arpat del compito di svolgere accertamenti approfonditi sul fenomeno delle scie chimiche”. [Vedi Scie Chimiche]Chiurli ha spiegato di non comprendere “il perché di tanta ostilità nei confronti di questa mozione e di questo convegno. Si tratterebbe di investire su questo fronte qualche migliaia di euro”. “I motivi di scandalo sono ben altri – ha detto ancora – basti pensare ai 400 milioni di euro persi con il buco dell’Asl di Massa o le risorse che vengono tagliate alla nostra Regione dal Governo. Vedendo tanto accaloramento mi viene da pensare che allora ci sia del vero in tutta la questione delle scie chimiche”. [Vedi ALLUMINIO E BARIO OLTRE LA NORMA NELL’ACQUA PIOVANA]

Documenti, atti ufficiali, interviste e altro materiale è stato messo a disposizione del pubblico presso la sede del Consiglio Regionale della Toscana il 19 dicembre, con dibattito sullo “stato dell’arte” degli atti pubblici presentati in merito alle cosiddette scie chimiche nelle Aule di Regioni, Parlamento ed Europarlamento. A fare il punto della situazione lo stesso consigliere Chiurli e il senatore Domenico Scilipoti Isgrò, già autore di due atti parlamentari diretti a “togliere il segreto di Stato sulle scie chimiche”.[Vedi Dichiarazione shock Scilipoti: Si cancelli il segreto di stato sulle scie chimiche] “La questione delle scie lasciate dagli aerei – dichiara Chiurli – è all’attenzione dell’opinione pubblica da anni. Basta andare su Google per rendersene conto. Non è mia intenzione prendere posizione a sostegno di una ipotesi o di un’altra, ma è giunta l’ora che le Istituzioni facciano chiarezza su questo argomento: ce lo chiedono i cittadini”.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cloud seeding igroscopico, Giustizia, Notizie e politica, scie chimiche/ geoingegneria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...